L’architetto è un professionista esperto nella progettazione architettonica ed è in grado di trasformare radicalmente l’ambiente su cui va a lavorare rendendo lo spazio più caldo e accogliente, con uno stile differente e dal design accattivante.

Ricorrere all’architetto però non è da tutti, in particolare per il costo a volte inaccessibile di questi professionisti. Quindi la maggior parte delle persone che devono ristrutturare casa lo fanno da soli incorrendo spesso in sbagli.

Differenze tra un architetto tradizionale e uno low-cost

In questi anni di crisi, però, anche l’architetto ha deciso di abbassare il suo compenso e alcuni di loro sono venuti incontro alle esigenze di tasca dei clienti. È difatti nato da poco l’architetto low-cost.
Ma quando è necessario rivolgersi a un architetto low-cost?

Questo tipo di architetto viene richiesto negli stessi casi in cui prima ci si sarebbe affidati a un architetto di tipo tradizionale, quindi quando si acquista un’abitazione, durante la costruzione di una casa o una ristrutturazione.

La differenza con l’architetto tradizionale sta nel fatto che quello low-cost vi costerà meno. Avrete a disposizione, con un budget limitato, un professionista che si rivolgerà per voi ad altri esperti del settore collaborando con loro per il vostro progetto e facendovi risparmiare. Inoltre lo potrete contattare anche tramite internet, quindi senza la necessità di andare al suo studio e vi farà avere preventivi in tempi rapidi e progetti in 3d e tecniche nuove.

Ma sicuramente alla base della scelta da parte del cliente di un architetto low-cost è il prezzo vantaggioso di queste figure che con la loro esperienza e professionalità renderanno la vostra casa come avete sempre desiderato.

Chiara Talenti

Mi occupo di comunicazione e marketing per l'azienda Rintal. Da sempre appassionata di design, arredamento e architettura, mi piace scoprire l'evoluzione dei prodotti che ci accompagnano nella nostra vita.